0
Nostro negozio di musica Servizio Contatto
Tastiere
Marca Hammond

Hammond

Laurens Hammond ha creato una nuova industria quando ha inventato l'organo elettrico. Nel gennaio 1934, Hammond presentò il suo "prototipo di scatola da imballaggio" all'ufficio brevetti di Washington D. C. Il 2 aprile 1934, gli fu concesso il brevetto a tempo di record. L'organo fu presentato per la prima volta al pubblico il 15 aprile 1935 dall'organista Pietro Yon durante una dimostrazione alla stampa nella Cattedrale di San Patrizio di New York. Poco dopo, Henry Ford fece il primo ordine per sei organi. Anche George Gershwin fu così preso da questo organo che ne ordinò immediatamente uno. Così fece il presidente americano Dwight D. Eisenhower e Count Basie, che aveva un Hammond in casa sua al posto del pianoforte. Menti eccezionali come Donald Leslie e John M. Hanert introdussero innovazioni ingegnose che resero il suono degli organi Hammond inconfondibile.
Hammond divenne la forza trainante dell'industria della musica elettronica e stabilì degli standard che rimangono l'obiettivo e l'orientamento fino ad oggi. Il suono Hammond ha contribuito a plasmare la musica degli ultimi decenni. Dal 1936, lo strumento fu offerto con successo in Germania in competizione con l'organo a toni leggeri di Edwin Welte, che alla fine non ebbe successo. Tra i modelli Hammond più importanti della storia di Hammond ci sono: Hammond A100 (1959-1965), Hammond B3 e Hammond C3 (1955-1974), Hammond M3 (1955-1964), Hammond M100 (1961-1968) e Hammond L100 (1961-1972). I musicisti per i quali l'organo Hammond è stato o è influente nello stile includono: Brian Auger (organista jazz, fusion e rock), Tony Banks (Genesis), Hugh Banton (Van der Graaf Generator), Lou Bennett (organista jazz), Tom Coster (Vital Information - organista jazz), Vincent Crane (Atomic Rooster), Wild Bill Davis (organista jazz), Joey DeFrancesco (organista jazz), Barbara Dennerlein (organista jazz), Keith Emerson (The Nice; Emerson, Lake & Palmer), Matthew Fisher (Procol Harum), Hanjo Gäbler (organista gospel), Klaus Göbel (organista jazz), Booker T. Jones (Booker T. & the M. G. 's, musicista di studio della Stax Records), Billy Preston (organista jazz, Beatles, Eric Clapton), Richard Wright (Pink Floyd), Jimmy Smith (organista jazz) e molti altri. Il successore e proprietario del nome Hammond è una società giapponese chiamata Suzuki (da non confondere con l'omonimo produttore di motociclette), che commercializza organi moderni nel vecchio stile e suono sotto il nome Hammond-Suzuki. In questi, il suono del generatore di toni è simulato utilizzando la tecnologia digitale. Tuttavia, il distributore tedesco a Langenau vicino a Ulm mantiene anche un laboratorio specializzato per la riparazione dei vecchi modelli; ci sono anche organi Hammond originali nella grande sala di vendita. Diversi produttori terzi offrono anche tastiere e moduli sonori con il suono Hammond, tra cui le aziende Clavia (con i modelli Nord C1, Nord Electro e Nord Stage), KORG, Roland, Oberheim e Kurzweil, alcuni dei quali raggiungono una notevole autenticità del suono. Inoltre, ci sono programmi per computer che cercano di imitare il suono e a volte - per esempio per mezzo di adattatori speciali di timone - la suonabilità degli organi Hammond. Uno dei più noti è il software B4 di Native Instruments.